fbpx

Con una nota del Partito Democratico (Pd) interviene sul tema bilancio discusso nell’ultimo consiglio comunale. Non manca una risposta all’opposizione rea, secondo il Pd di «attacchi strumentali».

Così Mario Drudi e Valentina Montalti in risposta a Lega, Fratelli d’Italia e Lista Buda al loro attacco.

«Ci stupiscono le parole pronunciate dafli esponenti dell’opposizione in Consiglio Comunale. Non considerano il momento di grande difficoltà che ogni amministrazione pubblica sta vivendo. Riguardo ai tagli alla cultura di cui parlano a sproposito, la situazione è molto semplice: si tratta di una posizione transitoria in attesa dei dati consuntivi del bilancio 2022 e di trasferimenti governativi dalla Legge Finanziaria che è ancora in corso di approvazione e che pertanto le somme stanziate per questi capitoli sono destinate ad essere incrementate. Questo è stato spiegato in Commissione e anche in Consiglio Comunale, e lo stesso metodo è stato utilizzato anche lo scorso anno. Il loro perseverare evidenzia in modo chiaro la strumentalizzazione dell’argomento».

«In questo momento storico di difficoltà – si legge -, prima con il Covid-19, poi con le criticità causate dalla Guerra in Ucraina, la crisi energetica e climatica, molti enti locali come anche il Comune di Cesenatico, si trovano di fronte ad enormi difficoltà con il caro bollette da un lato e i rialzi del costo dei materiali dall’altro. La spesa corrente nel 2023 avrà maggiori costi per 1,6 milioni con aumenti previsti per pubblica illuminazione, riscaldamento ed energia elettrica degli edifici pubblici. Punto fermo delle scelte di bilancio che il Partito ha appoggiato con la votazione di martedì sera in Consiglio Comunale è quello di non aumentare la pressione fiscale su cittadini e imprese mantenendo allo stesso tempo confermati tutti i servizi alla persona in ambito sociale per 1.800mila euro, educativo con più di 600mila euro destinati per l’assistenza all’handicap e 500mila euro per la gratuità del trasporto scolastico under 14 azzerando il contributo richiesto alle famiglie sugli abbonamenti».

cesenatico

«L’amministrazione ha dovuto risolvere la criticità legata alla conclusione della tassa di scopo per il 2024 (Tassa di scopo istituita nel 2014 per finanziare il nuovo polo scolastico di Villamarina) con un calo della pressione fiscale di oltre 700mila euro all’anno per i proprietari di immobili soggetti al versamento dell’Imu. Ma con la necessità di accendere un nuovo mutuo per 7,5 milioni di euro per l’estinzione anticipata del leasing gravante sulla scuola».

«L’amministrazione, nonostante le difficoltà, continua con il piano di rilancio della città pubblica sul quale il Partito Democratico in questi ultimi 7 anni ha sempre puntato anche in termini di ricerca dei finanziamenti Europei, Statali e Regionali. Con investimenti principali che nel 2023 riguarderanno le scuole per il miglioramento sismico finanziati dal Pnrr per un totale di 1,8 milioni di euro. Le manutenzioni e la sicurezza con Il piano asfalti 2023 per 850mila euro, il potenziamento della pubblica illuminazione per 130mila euro oltre a 100mila euro annui per messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali e l’eliminazione delle barriere architettoniche, ma anche il costante impegno nelle manutenzioni per la cura del verde per un totale di 130mila euro».

stadio comunale

Il Pd snocciola poi una serie di interventi messi a bilancio.

«Il Piano investimenti prevede anche importanti risorse per il completamento delle opere superficiali del Waterfront di Ponente per € 5.200.000 e ulteriori € 5.000.000 per il completamento del 2° stralcio dello stesso da via Magellano a via Cavour. Vengono inoltre previsti nuovi interventi in attesa degli esiti dei bandi PNRR che riguardano la riqualificazione dello stadio comunale A. Moretti per € 1.200.000 ed € 1.100.000 per il recupero dell’ex Lavatoio. Ma si punta anche sulla sostenibilità con interventi di ricucitura delle piste ciclabili per un totale di circa 600.000€ con tre interventi in via Don Minzoni, via Manin e zona stazione che si vanno ad aggiungere a quello in conclusione della ciclovia sul Pisciatello ed a quello in progettazione sul torrente Rigossa per connettere sempre di più il territorio in chiave sostenibile. Infine, per rispondere al caro energia nel triennio sono previsti € 500.000,00 per ogni anno per finanziare progetti di riqualificazione energetica sugli edifici pubblici. Il 2023 sarà anche l’anno delle nuove progettazioni dal recupero del lungomare di Levante con piazza Marconi, e piazza Volta e nel 2024 si penserà alla progettazione con concorso di idee per il recupero dell’area Ex Nuit».

mario drudi

«C’è una capacità oggettiva di questa amministrazione – così il Capogruppo in Consiglio Comunale Mario Drudi – nel riuscire ad intercettare fonti di finanziamento sovracomunale per le Opere Pubbliche e lo dimostrano i numeri consistenti e che hanno riguardato milioni di euro di opere che in questi 7 anni in cui siamo riusciti ad intercettare fondi che vanno dalla riqualificazione del Porto, alle scuole, alle ciclovie ed ai ponti, inoltre per la rigenerazione di grandi aree che avevano bisogno di interventi e sono state per anni negli obbiettivi politici di tante amministrazione ora si sono attivati gli interventi e le progettazioni, rimane la preoccupazione per il perdurare di questa situazione di crisi che rischia di portare a situazioni insostenibili in termini sociali e di servizi».

Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Inviando questo modulo acconsenti al trattamento dei dati secondo le vigenti norme di Privacy e diritto di autore. Per maggiori informazioni vai alla pagina Privacy e Cookie.

Leave a Reply