Autovelox nel tratto di Statale di Cesenatico o telecamere? Queste le prime ipotesi a cui si può pensare alla luce dell’alta concentrazione di incidenti gravi che capitano soprattutto nel tratto di ponente. Quello che va dal cavalcavia che incrocia la via Cesenatico a quello con l’uscita Ponente. Il tutto in una striscia d’asfalto di poche centinaia di metri che troppo spesso si è macchiata di sangue.

Non solo la velocità è protagonista in negativo, ma come testimoniato da un residente ieri (leggi qui) a metterci il carico sono la distrazione e il voler risparmiare 30 secondi di tempo facendo pericolose inversioni e inserimenti.

A memoria negli ultimi quattro anni si segnalano ben tre decessi per incidente stradale, l’ultimo, Walter Balzani solo pochi giorni fa (leggi qui l’articolo)

Nel 2016 perse la vita un ciclista cervese di 48 anni, Maurizio Picone a causa di un pirata della strada poi individuato dalla polizia locale (leggi qui); nel 2017 perse la vita l’albergatrice Mara Lombardi (leggi qui). Ma se aggiungiamo gli incidenti gravi l’elenco si allunga: ieri sera, mercoledì c’è stato l’ultimo frontale (leggi qui) e un mese fa circa un altro violento tamponamento (leggi qui).

incidenti cesenatico statale

Il comune non può d’imperio inserire neanche Velo ok in quel tratto in quanto la Statale è competenza dell’Anas e solo la Prefettura può predisporre autovelox fissi come nel tratto di Bellaria e di Cervia. Ciò che è stato fatto dal Palazzo di via Moretti è stato scrivere più volte in Prefettura per richiedere un dissuasore di questo tipo; di più non è possibile. Ma la risposta è sempre stata picche: nessun autovelox in Statale perché, in soldoni, non ci sono le condizioni. Le condizioni non ci sono ma incidenti e morti sì.

Il fatto è degno di nota. Infatti la Statale è sempre la stessa nonostante i comuni e le prefetture siano diverse. Sta di fatto che a quanto pare il solo tratto di Cesenatico è meno pericoloso. Anche se l’elenco di incidenti la racconta diversamente. La speranza è quella che il numero di incidenti tenda a zero e che non si debba aspettare che la strada si macchi ancora di sangue per ottenere un segnale risolutivo da parte di chi ne ha il potere.

 
 
 
Please follow and like us:
Alessandro Mazza

Alessandro Mazza

Mi piace farmi gli affaracci vostri!

Lascia un commento